Categorie: Bouquets, The Bride's Club

Ditelo con un fiore… Anzi, con un bouquet!

Quando pensate al total look perfetto per il vostro matrimonio e, ahimè, anche in questo caso mi sto rivolgendo solo a voi future spose, bisogna fare un recap preciso: abito, scarpe, velo e… bouquet. Il bouquet è quel dettaglio che può raccontare molto di voi, del vostro stile non solo in termini di abbigliamento ma anche in termini del mood che avete scelto di dare al vostro grande giorno e quindi, per chi non vuole essere banale nemmeno nel più piccolo dettaglio, il bouquet deve essere scelto con molta attenzione.

Partiamo subito da un’idea davvero originale: il bouquet a hula hoop o, esprimiamoci correttamente, l’ Hoop Bouquet: un vero e proprio piccolo cerchio in legno o in fili di vimini su cui intrecciare foglie e fiori, in base alla stagione e al colore che volete dare al vostro matrimonio. Originale, indimenticabile e bellissimo anche come elemento d’arredo una volta essiccato.

Ma chi lo ha detto che i bouquet devono per forza essere composti da elementi naturali? Per chi desidera esprimere  il suo estro senza esagerare, può scegliere un bouquet realizzato con fiori di carta (leggeri ed eco-sostenibili) possibilmente dipinti a mano in modo da esprimere appieno il vostro stile. Amate la musica, la lettura o colori particolari? Un bouquet di fiori di carta decorati come uno spartito, o realizzati direttamente con pagine di un libro (magari il vostro preferito) o colorati con sfumature particolari che non si trovano in natura, può essere la soluzione ideale che vi rispecchia al 100%. Se la carta non vi convince, potete considerare la stoffa ma non per una lavorazione qualunque: la tecnica dei Kanzashi, i tipici ornamenti giapponesi per capelli delle geishe, viene applicata al vostro bouquet di stoffa (solitamente preziosa) che donerà una luce e una dinamica  particolare al tessuto dei vostri fiori. Avete gusti un po’ più country? Un bouquet di fiori in lana o cotone realizzati all’uncinetto non deluderà la vostre aspettative.

Si sa che l’essenza di una principessa tende ad emergere durante l’organizzazione di un  matrimonio e proprio per questa ragione la vostra scelta potrebbe ricadere su un bellissimo bouquet gioiello: fiori in stoffa  (le rose sono perfette) realizzati rigorosamente a mano ed impreziositi da bellissimi gioielli come spille, ferma capelli, o fasce. Effetto “wow” garantito.

Ma osiamo ancora di più perché la creatività non teme nulla e so che voi, future spose, ne avete tanta: le più temerarie apprezzeranno la scelta di realizzare un bouquet senza fiori ed un’idea molto divertente potrebbe essere quella di un bouquet interamente composto da bottoni colorati che, se disposti nel modo giusto, garantiranno un effetto assolutamente inaspettato ed unico. Per le eterne fanciulle che amano la spensieratezza un bouquet di caramelle e lecca -lecca non può che lasciare senza parole. E se invece si pensasse ad un bouquet privo di fiori ma perfettamente combinato con il luogo del matrimonio? Sposarsi su una spiaggia è meraviglioso e per voi, spose d’estate, si può realizzare un bouquet di sole conchiglie e stelle marine che completi il vostro look. Aggiungeteci un po’ di tulle bianco e il gioco è fatto.

Non possiamo dimenticarci però dalla scelta più classica: i romantici e delicati fiori freschi. Reinventare anche il bouquet più tradizionale si può rendendolo per esempio “Messy” ovvero un po’, volutamente, spettinato: si tratta di quei bouquet lunghi a cascata dal cui centro colmo di fiori scendono ramoscelli rigogliosi.

Foto: Matrimonio All’Italiana

I bouquet piccoli ed essenziali invece diventano monocromatici: rose rosse per le spose più rock, un delicato mazzolino di lavanda per quelle boho, peonie rosa per le più romantiche.

 

Ultima idea… Perché non “condire” i vostri fiori con frutta e verdura? Mele, bacche, frutti rossi ed agrumi possono davvero dare quel tocco che mancava così come un cavolo o un carciofo o dei peperoncini. State sorridendo? Allora stiamo andando nella direzione giusta e ricordate sempre il vecchio detto: “ditelo con un fiore…anzi, con un bouquet”!