Categorie: Sposa, The Bride's Club

Punta sul corto!

Non c’è nulla da fare, quando si parla di matrimoni, niente è più importante per noi donne della scelta dell’abito: il vero e unico emblema del matrimonio.

Oggi gran parte degli atelier propone un’ampia selezione di modelli tra cui scegliere ma ci sono future spose, magari quelle più giovani o che semplicemente hanno uno stile un po’ più fresco, che cercano soluzioni diverse dalle solite gonne ampie o tagli a sirena e puntano su qualche centimetro di tessuto in meno: ovvero vanno sull’abito corto.

Punta sul corto – sposarmi.it

Sposarsi in corto è una scelta che ormai da diversi anni non fa più chi si sposa solo civilmente in comune ma anche chi non vuole rinunciare ad un matrimonio in chiesa e/o a grandi festeggiamenti. Gli abiti corti possono andare benissimo a tutte le età, per i matrimoni civili o in chiesa, per chi magari si sta sposando per la seconda volta, ideali per le ragazze che portano i capelli corti o di media lunghezza (ma non solo).

Foto: Le Spose di Giò

I modelli sono tanti e si può veramente brillare per gusto ed originalità: il classico tubino può essere  arricchito da una scollatura a cuore con tanto di fiocco importante, o reso più sobrio ma molto chic da un giacchino corto. Sentitevi libere di puntare su capi con gonne a campana o a palloncino, molto giovani e femminili. Il pizzo? Perfetto per impreziosire una parte del vestito come la gonna o il corpetto o anche per rendere più ricercato un modello minimale. Bellissime anche le linee che strizzano l’occhio agli anni 50 con corpetti e gonne molto ampie che si fermano a metà polpaccio.

Foto: Pronovias 2019
Foto: Monique Lhuillier
Foto: Monique Lhuillier
Foto: Self Portrait
Foto: BHLDN

Puntare sull’abito corto è un’ottima scelta, soprattutto se volete un po’ stupire il vostro lui e i vostri ospiti ma è bene non dimenticare alcuni dettagli: la lunghezza, molto meglio evitare gli abiti sopra il ginocchio, soprattutto se vi sposate in chiesa. Il velo deve essere corto oppure rimpiazzato da una veletta o un raccolto. Se avete i capelli corti o sopra le spalle, potrete tranquillamente tenerli sciolti.

 

Ultimo aspetto ma non certo per importanza…le scarpe! Le scarpe devono essere uno statement: tacchi decorati, decolletes o sandali gioiello, se volete sposarvi in corto le scarpe saranno protagoniste quanto il vestito.

Foto: Jimmy Choo

Per voi spose che state ancora esitando, la scelta di un abito corto piace molto anche nel mondo della moda e del cinema: la regista americana Sofia Coppola ho optato per un abito corto color lavanda di Azzedine Alaia per il suo grande giorno, l’attrice inglese Keira Knightley invece non poteva che sposarsi in Chanel ma ovviamente con una mise dal sapore rock, informale e che non superasse il ginocchio. Il grande marchio di moda francese Dior ha voluto che la bellissima attrice Natalie Portman indossasse un vestito di media lunghezza per la pubblicità di un suo profumo. Le eterne indecise possono fare come la nostra Alessia Marcuzzi che per il suo matrimonio ha indossato una creazione di Giambattista Valli corta davanti e lunga dietro.

Foto: Sofia Coppola in Azzedine Alaia
Foto: Natalie Portman per Miss Dior
Foto: Alessia Marcuzzi in Giambattista Valli
Foto: Giambattista Valli
Foto: Keira Knightley in Chanel
Foto: Keira Knightley in Chanel

Convinte? Quale modello chiederete alla vostra prossima prova? Sposarsi in corto può essere la scelta giusta per chi vuole un abito un po’ più anticonvenzionale ma anche se i centimetri di tessuto saranno meno, non temete, la meraviglia sarà sempre garantita.